Scrive Padre Pio:
"Non vi sgomenti la croce. La più certa prova dell'amore consiste nel patire per l'amato, e che se un Dio per tanto amore tanto dolore soffrì, il dolore che si soffre per lui diviene amabile quanto l'amore. Nelle afflizioni che il Signore vi regala siate paziente ed uniformatevi al divin Cuore con gioia, sapendo esser tutto uno scherzo continuo dell'Amante.
Le tribolazioni, le croci sono state sempre la eredità e la porzione delle anime elette. Quanto più Gesù vuole un'anima sollevarla alla perfezione, tanto più le accresce la croce della tribolazione. Gioite, vi dico, nel vedervi cotanto privilegiata contro ogni vostro stesso demerito. Quanto più siete tribolata, tanto più dovete esultare perché l'anima nel fuoco delle tribolazioni diverrà oro fino, degno di esser posto a splendere nella reggia del cielo. 
[…]"
 
 
 
Fonte: Volume II: corrispondenza con la nobildonna Raffaelina Cerase  (1914 – 1915)
 
 
L'INTERO EPISTOLARIO DI PADRE PIO IN 4 VOLUMI pubblicato per voi qui: 
http://www.santissimo.it/arc/Padre.Pio.epistolario.html