Crea sito

http://www.iltimone.org/32430,News.html

23 novembre 2014

 

 

 

Quando nel 2000 uscì la Dominus Iesus, il cardinale Biffi ebbe a dire: «Che la Congregazione per la dottrina della fede abbia ritenuto di dover intervenire con la dichiarazione Dominus Iesus circa “l’unicità e l’universalità salvifica di Gesù e della Chiesa” è di una gravità senza precedenti: perché in duemila anni mai si era sentito il bisogno di richiamare e difendere verità così elementari».

Verrebbe da fare un commento simile anche riguardo al colloquio interreligioso e internazionale “Humanum. La Complementarietà tra uomo e donna” che si è tenuto nei giorni scorsi in Vaticano, promosso da quattro dicasteri della Santa Sede, in prima fila la Congregazione per la dottrina della fede, e aperto dal Papa.  Colloquio che aveva come fine quello «di riproporre la bellezza della naturale unione tra l’uomo e la donna» e di rinvigorire la vita del matrimonio e della famiglia. In duemila anni mai si era sentito il bisogno di richiamare e difendere verità così elementari.

L’evento,  a parte la prolusione di papa Francesco,  non ha avuto l’eco che meritava. A detta dei partecipanti è stato uno dei simposi più brillanti e stimolanti organizzati da anni a queste parte fra le mura vaticane. Un esempio particolarmente riuscito,  per una volta, di dialogo interconfessionale e interreligioso: del convergere pur da posizioni lontanissime su gli elementi fondamentali dell’«humanum». E nel corso del quale, per esempio, gli esponenti del mondo cristiano evangelical hanno mostrato anche a noi cattolici qual è la determinazione e la passione che serve per combattere certe battaglie. A viso aperto, senza timori reverenziali nei confronti del “mondo”.

L’elenco dei relatori, che è consultabile qui, vedeva personalità religiose di primo piano, da Lord Jonathan Sacks, ex rabbino capo del Regno Unito e del Commonwealth, al vescovo anglicano Michael Nazir Ali, direttore dell’Oxford Centre for Training, a Nicholas Thomas Wright, anche lui anglicano e tra i massimi studiosi del Nuovo Testamento, a un leader mormone come lo statunitense Henry B. Eyring, ecc.

Per l'occasione sono stati realizzati sei video magistrali, alcuni sottotitolati in italiano, che presentano in modo accattivante e profondo i vari temi affrontati.  In questa pagina trovate il trailer della serie, qui sotto la puntata n. 3. Le altre le trovate qui.

 

 

 

 
 
Print Friendly

Comments are closed.

 

Archivi



Flag Counter


121 Totale visite